Share

Esportare prodotti alimentari con successo

Esportare prodotti alimentari all’estero rappresenta un’occasione ghiotta per le aziende italiane. Si presenta l’opportunità di ampliare i propri orizzonti e aumentare i profitti. Di seguito, troverai alcune linee guida per assicurarti di affrontare questo processo senza trascurare alcun dettaglio.

Inizia da una ricerca di mercato e dei competitor

Prima di salpare all’avventura, è fondamentale effettuare una ricerca approfondita per conoscere a fondo il panorama competitivo, i gusti dei consumatori e le normative vigenti nel paese di destinazione. Un’analisi accurata dei competitor permette di identificare i loro punti di forza e di debolezza. Questo ti aiuterà a definire una strategia vincente per differenziare i tuoi prodotti dalla massa.

Packaging e etichettatura sono pronti per il pubblico internazionale?

Il packaging e l’etichetta sono gli antipasti che stuzzicheranno l’appetito del consumatore straniero. Il packaging deve essere accattivante e conforme alle normative locali, mentre l’etichetta deve rispettare le leggi vigenti e fornire tutte le informazioni obbligatorie. Utilizza un linguaggio chiaro e conciso, tenendo conto della lingua del mercato di riferimento.

Attenzione alla lingua! Le traduzioni letterali possono essere rischiose: è importante affidarsi a professionisti esperti nella traduzione di testi per il settore alimentare. Il rischio è quello di cadere in errori che potrebbero danneggiare l’immagine del prodotto.

Raggiungere i distributori: la rete per il successo

Nel mondo dell’esportazione alimentare, il successo dipende significativamente dall’abilità di stabilire connessioni solide con distributori affidabili. È fondamentale identificare e coinvolgere grandi distributori che hanno una profonda conoscenza del mercato locale e sono già ben inseriti nella rete di distribuzione al dettaglio. Come saprai, questi partner strategici fungono da ponte tra i produttori italiani e i consumatori stranieri, gestendo l’operatività e la logistica sul territorio.

Non solo fiere, il digitale apre nuove frontiere l’export

Le fiere alimentari sono ancora un punto di riferimento importante per raggiungere i distributori, ma per le aziende italiane del settore food che vogliono esportare con successo è fondamentale ampliare i propri orizzonti e abbracciare le potenzialità del digitale.

Oltre alle fiere, il digital advertising si rivela uno strumento prezioso per raggiungere un pubblico più ampio e mirato, alla ricerca di nuovi prodotti da distribuire.

Come funzionano le campagne geolocalizzate per l’export

Le campagne geolocalizzate non sono come una mappa del tesoro approssimativa: ti permettono di raggiungere con precisione il tuo pubblico ideale, proprio dove si trova. Immagina di poter parlare direttamente a potenziali clienti che si trovano nell’area geografica che ti interessa, senza sprechi o dispersioni.

Ecco i vantaggi del digital advertising:

  • Ampio raggio d’azione e segmentazione mirata – Il digital advertising consente di raggiungere un vasto pubblico internazionale e di personalizzare le campagne per target in base a interessi e necessità precise, garantendo così un approccio mirato.
  • Flessibilità e scalabilità economica – Le strategie digitali rappresentano una soluzione ottimale per sondare nuovi mercati senza impegni iniziali elevati. Consentono di testare l’interesse per prodotti o servizi con investimenti minimi e senza la necessità di presenze fisiche. Questo rende il digital advertising uno strumento ideale per ottimizzare costi e risorse.

Finanziamenti a fondo perduto per l’export

Per le piccole e medie imprese italiane esistono opportunità di finanziamento specificamente progettate per facilitare l’esportazione di prodotti alimentari. Molti di questi finanziamenti sono a fondo perduto, destinati a supportare l’espansione delle PMI nei mercati internazionali attraverso il digital export. La nostra agenzia, tra le attività di marketing, si occupa della ricerca di questi finanziamenti, seguendo il processo di richiesta e rendicontazione.

👉Contattaci per una consulenza gratuita!

Vuoi leggere articoli utili al tuo business?

Iscriviti alla nostra newsletter